Oltre lo schermo: Come sostenere i ragazzi in un mondo sottosopra

Lunedì sera 1 Marzo, dalle 20.45 alle 22.45, si è tenuto in diretta streaming sulla Webtv del Mattei, un incontro con il Dott. Matteo Lancini aperto a docenti, genitori e alunni.

Psicologo e psicoterapeuta, Presidente della Fondazione “Minotauro” di Milano, docente di “ Clinica dell’adolescenza e del giovane adulto” presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università Milano-Bicocca e membro di vari comitati scientifici, il Dott. Lancini si occupa in particolare di trattamento della dipendenza da Internet degli adolescenti e attualmente fa parte del gruppo di lavoro sulla dispersione scolastica dell’USR Lombardia.

Il tema della serata è stato sostanzialmente quello della situazione dei giovani in rapporto alle nuove modalità di scuola in questo difficile momento pandemico.

Dopo la presentazione della Dirigente, Dott.ssa Rita Montesissa, la prof.ssa Michela Pisu , in veste di moderatrice dell’incontro che ha voluto al suo fianco due suoi alunni, Marco Ceriati e Gioia Gandolfi, rispettivamente della 3BLSU e della 4BLSU. Hanno dunque presentato il Prof. Lancini  interloquendo con lui in un dialogo diretto basato su specifiche domande, arrivate anche dal pubblico.

Il Dott. Lancini in questo modo ha esposto le proprie teorie psicologiche ed educative in merito al problema dell’abbandono scolastico, particolarmente serio al Sud, auspicando una scuola aperta H24 in presenza e connessa a Internet, con  sistemi formativi  meno competitivi ( no a voti e bocciature) e per questo più cooptanti. Ha inoltre spiegato come la Didattica a distanza abbia impattato negativamente sui più fragili, che hanno sofferto la sovraesposizione e la lontananza fisica da docenti e dai pari. Infine ha commentato l’utilizzo della tecnologia a scuola  come una riscoperta, che può portare a nuove metodologie e a successi formativi.